Testo scoorrevole

Paolo Pirani scrive su Twitter: Il Paese cresce poco; sindacati ed imprese devono lavorare insieme per far uscire l'Italia dal guado della stagnazione. E' il primo pensiero che ho espresso ai colleghi appena arrivato a Vienna per partecipare ai lavori del 14esimo Congresso della Euc Ces
#girolevitespezzate - Diario di Viaggio (eventi Uiltec)
#girolevitespezzate - Diario di Viaggio (eventi Uiltec)
Paolo Pirani da il via al cicloviaggio da Ogliastro Cilento
Paolo Pirani da il via al cicloviaggio da Ogliastro Cilento
Paolo Pirani su Il diario del lavoro con l'articolo:
Paolo Pirani su Il diario del lavoro con l'articolo: "Il Def che non va"
Ue; Uiltec: “Essere sindacati in Europa”
Ue; Uiltec: “Essere sindacati in Europa”

Varata l'ipotesi di accordo per il rinnovo del CCNL Unionchimica-Confapi 2019-2022

9 marzo 2019
Interessati oltre 56 mila lavoratori di circa 3800 piccole e medie imprese dei settori chimica, concia, plastica e gomma, ceramica, vetro e abrasivi

Nel pomeriggio di oggi, 8 marzo, tra Unionchimica-Confapi e i rappresentanti sindacali di Filctem-Cgil, Femca-Cisl, Uiltec-Uil, è stata raggiunta l'intesa a Roma per l'ipotesi di accordo sul rinnovo del contratto 2019-2022 delle piccole e medie imprese dei settori accorpati chimica, concia, plastica e gomma, abrasivi, ceramica e vetro (oltre 55.000 i lavoratori interessati dipendenti da circa 3800 piccole e medie imprese), scaduto il 31 dicembre 2018. 
L'ipotesi di accordo così sottoscritta – che sarà sottoposta alle assemblee dei lavoratori per l'approvazione – prevede un aumento medio sui minimi di 83 euro per il gomma-plastica; 95 euro per il chimico-concia; 80 euro per ceramica, vetro e abrasivi, tutti settori questi definiti in piattaforma, distribuito in quattro tranche: 1° maggio 2019; 1° maggio 2020; 1° settembre 2021; 1° ottobre 2022.
Nota importante – rilevano i sindacati –, è il superamento delle verifiche degli scostamenti inflativi, saranno per tanto garantiti il saldo degli aumenti (ex ante) e i vari montanti.
Per le imprese che non fanno contrattazione di 2° livello, l'intesa prevede l’incremento del 4% sull’elemento perequativo.
Sul capitolo del welfare contrattuale, per quanto riguarda la assistenza sanitaria (ENFEA SALUTE) sono previsti 10 euro (dal 1° gennaio 2019) a totale carico delle aziende. Sulla previdenza complementare (Fondapi) è previsto un incremento dal 1° gennaio 2021 dello 0,1% sempre a carico dell’azienda.
Soddisfatti i sindacati, sul piano delle normative, per la costituzione del delegato alla formazione (in aziende con almeno 100 dipendenti e con Rsu composta da tre delegati) “…in possesso di adeguate competenze per la condivisione dei piani formativi aziendali…”, e per l’estensione dei permessi non retribuiti per la “malattia dei figli” di età compresa tra i 3 e i 12 anni fino ad un massimo di 8 giorni. 
Infine, sarà definito un avviso comune a sostegno della lotta contro violenza di genere negli ambienti di lavoro, e saranno inoltre definite linee guida su banca ore solidale e lavoro agile.
Roma, 8 marzo 2019

Previdenza sanitaria integrativa

Previdenza complementare

UILTEC - Via Po, 162 – 00198 – Roma
Tel. (+39) 06.88.81.15.00
Fax (+39) 06.86.32.19.05
Email: segreteria.nazionale@uiltec.it
Pec: uiltecnazionale@pec.uiltec.it

uiltec mail

Social Network