“Ccnl Gomma Plastica, non accetteremo scippi”

4 Ottobre 2017
“Non accetteremo scippi di alcun tipo”. Così il segretario generale Uiltec, Paolo Pirani, davanti alla delegazione trattante del settore della gomma e della plastica questa mattina a Roma.

“Abbiamo stipulato un contratto e vogliamo applicarlo, ma non abbiamo mai convenuto sottrazioni salariali; vogliamo invece la contrattazione dell’allocazione delle risorse e soprattutto vogliamo che questi 19 euro rimanessero nelle disponibilità dei lavoratori”. Per il leader sindacale sarebbe “inaccettabile una sparizione di questi soldi” che significherebbe “la compromissione delle storicamente ottime relazioni industriali e un netto attacco al contratto nazionale”. Anche perché “questa partita si inserisce all’interno della discussione più ampia che è quella tra le confederazioni e la confindustria per la ricerca di un nuovo modello contrattuale”. “Ci siamo sempre mostrati disponibili alla ricerca di soluzioni condivise - ha proseguito Pirani -, ma questo atteggiamento di netta chiusura della Federazione fa pensare che le aziende stiano intraprendendo un percorso molto temerario e per questo organizzeremo una grande assemblea nazionale per difendere con determinazione le nostre ragioni”. 

Leggi il comunicato stampa

13 Settembre 2017
Ccnl Gomma-Plastica, verifica degli scostamenti inflattivi: indispensabile proseguire il confronto tra le parti
Oggi le Segreterie nazionali di Filctem Cgil, Femca Cisl, Uiltec Uil hanno incontrato a Roma la Federazione GommaPlastica per affrontare, come concordato, la questione della verifica degli scostamenti inflattivi previsti dell'art. 70 del vigente CCNL.

Il confronto ha avuto un esito negativo per la posizione assunta dalla Federazione GommaPlastica che ha dichiarato di non avere il mandato per discutere di qualsiasi soluzione possibile, né per proseguire il confronto, considerando dunque chiusa la fase di verifica prevista dal contratto. I sindacati hanno contestato tale posizione sia per il rifiuto di discutere nel merito del problema sia per l'indisponibilità a proseguire il confronto tra le parti. “La negazione alla prosecuzione del confronto – hanno detto i Segretari nazionali di Filctem, Femca e Uiltec – rischia di mettere in discussione un quadro di relazioni industriali fin qui positivo e di avere ripercussioni anche a livello aziendale in tutto il settore. Vogliamo quindi – hanno proseguito – che il confronto vada avanti e trovare una soluzione condivisa”. 
Le Segreterie Nazionali si sono riservate, nei prossimi giorni, di decidere le opportune iniziative da intraprendere.

Copyright © 2013 UILTEC - All Rights Reserved.