Testo scorrevole

Paolo Pirani scrive su Twitter: “Bene il ritrovato dialogo con l’Europa. Ora investimenti a favore dell’industria, riduzione del cuneo fiscale per i lavoratori, salvaguardia dei contratti nazionali”
L’annus mirabilis che verrà. La lettera di Paolo Pirani rivolta alle lavoratrici ed ai lavoratori
L’annus mirabilis che verrà. La lettera di Paolo Pirani rivolta alle lavoratrici ed ai lavoratori
No alla chiusura dello storico stabilimento Henkel di Lomazzo
No alla chiusura dello storico stabilimento Henkel di Lomazzo
Uiltec e Amref: Azionista della Salute
Uiltec e Amref: Azionista della Salute
Uiltec e Progetto Sud-UIL insieme in Argentina
Uiltec e Progetto Sud-UIL insieme in Argentina

Lavoro; Pirani (Uiltec): “Rinnovare i contratti scaduti e fare gli investimenti”

29 gennaio 2021
Il segretario generale della Uiltec nazionale, Paolo Pirani, ha commentato i dati diffusi oggi dall’Istat

“Bisogna rinnovare i contratti di lavoro scaduti in modo più celere per ridurre ogni forma di ‘vacatio’ e dare certezza normativa ai lavoratori. Nel medesimo contesto occorre investire risorse adeguate e certe nel sistema produttivo ed infrastrutturale, facendo scelte precise ed usando al meglio i fondi europei disponibili”. Lo ha detto Paolo Pirani, segretario generale della Uiltec commentando i dati diffusi oggi dall’Istat, relativi ai contratti in attesa di rinnovo a fine dicembre 2020. Secondo l’istituto di statistica in questione coinvolgono circa 10 milioni di dipendenti con circa 300 mila lavoratori in più rispetto al dato di fine settembre. “Per quanto ci riguarda – ha continuato Pirani- nel mese di gennaio 2021 abbiamo rinnovato i contratti delle grandi lavanderie industriali e della concia. Ci stiamo muovendo per dare a breve un epilogo positivo al rinnovo del Ccnl dei settori del tessile, moda e del ‘made in Italy’. Speriamo che entro primavera sia nel settore pubblico che in quello privato, in particolar modo a livello industriale, si realizzino buoni rinnovi sia dal punto di vista normativo che economico. Ma per uscire dal guado della crisi economica sono necessari investimenti su ricerca e sviluppo, su strutture digitali e materiali, su innovazione e transizione sostenibile. Il mondo delle imprese manifatturiere, il sistema chimico ed energetico, l’industria farmaceutica possono rappresentare il punto di svolta della ripresa che tutti evochiamo. Ma non si può perdere tempo. Anche dal punto di vista della crisi politica in atto, il Paese abbisogna di un governo che passi senza ulteriori ritardi dalla gestione degli affari correnti alla piena titolarità”.

Previdenza sanitaria integrativa

Previdenza complementare

UILTEC - Via Po, 162 – 00198 – Roma
Tel. (+39) 06.88.81.15.00
Fax (+39) 06.86.32.19.05
Email: segreteria.nazionale@uiltec.it
Pec: uiltecnazionale@pec.uiltec.it

uiltec mail

Social Network